Crea sito
AasA
ASA
 

 

 

CONCORSI

 

07 ottobre 2014 >18 gennaio 2015

I Bassifondi del Barocco.

La Roma del vizio e della miseria.

Accademia di Francia a Villa Medici, Viale Trinità dei Monti 

 

des

 

 

 

26 settembre 2014 >8 febbraio 2015

Da Guercino a Caravaggio

Palazzo Barberini

FDS

 

 

 

 

20 settembre 2014 >22 febbraio 2015

Escher 
Chiostro del Bramante

awdes

 

 

 

 

10 ottobre 2014 >18 gennaio 2015

Memling. Rinascimento fiammingo

Scuderie del Quirinale  

frwe

 

 

 

 

31 ottobre 2014 >05 febbraio 2015

Secessione e Avanguardia. L'Arte in Italia prima della Grande Guerra 1905 - 1915 

GNAM Galleria Nazionale d'Arte Moderna

 

ads

 

 

 

 

10>11 maggio 2014

NUOVI APPROCCI SISTEMICI

 

 

 

04 maggio 2014

A<Z

Domenica 4 maggio 2014 
15,30-19,30

MAXXI B.A.S.E.
Via Guido Reni, 4A ROMA

UN Works
Diagramma, Struttura, Modello, Pelle e Ibridazione 
nel lavoro di UN STUDIO

Gli architetti del dottorato di ricerca in Architettura - Teorie e progetto,
federica amore, rosetta angelini, saghi bolouhari, andrea corsi, enrica corvino, martina dedda, gaetano de francesco, nicola di biase, giada domenici, elnaz ghazi, cristina hurtado campana, armando iacovantuono, kavaja daniela, pasquale loiudice, leonardo loy, saverio massaro, elisa morselli, clemens nocker, valentina nunnari, isabella santarelli e pietro zampetti

insieme a FILIPPO LODI di Un Studio 
e agli autori ALESSANDRO D’ONOFRIO, ANTONELLO MAROTTA,
ANDREA SOLLAZZO

affrontano il lavoro e le opere più significative dello studio in un simposio e conferenza pubblica al MAXXI di Roma
COORDINA prof. arch. ANTONINO SAGGIO

Saluti da Parte del Museo MAXXI
Margherita Guccione, direttore del MAXXI
Alessio Rosati, direttore MAXXI B.A.S.E:

 

accesso al simposio gratuito entro il limite di disponibilita’ di 80 posti
per i partecipanti al simposio ingresso al museo al prezzo ridotto di otto euro

 

http://www.arc1.uniroma1.it/saggio/

 

15 Aprile > 20 luglio 2014

ASCZ

 

Tre capitali europee, Barcellona, Parigi, Berlino, si associano a Roma per celebrare con un progetto innovativo la figura di Pasolini, l'intellettuale del XX secolo che più di ogni altro è riuscito ad reinterpretare l'immagine della città di Roma, incarnandola in chiave poetica.

Per Pasolini Roma non fu semplicemente uno scenario cinematografico o un luogo in cui vivere. Con questa città egli ha avuto una relazione passionale, fatta di sentimenti misti di amore e odio, di fasi di attrazione e rifiuto, di voglia di allontanamento e di piacere del ritorno. Le circostanze difficili del suo arrivo a Roma lo hanno catapultato in un mondo e in una lingua non suoi, appartenenti ai sottoproletari delle borgate in cui la precarietà della sua situazione economica lo costringeva a vivere. Dalla scoperta di questo universo del tutto nuovo nascerà un'ispirazione potente ed è lì che Pasolini troverà, senza doverli cercare, i soggetti dei suoi primi romanzi e film. In seguito, per il Pasolini uomo pubblico e analista instancabile dell'evoluzione della società italiana, Roma sarà il principale punto di osservazione, il suo permanente campo di studio, di riflessione e di azione. Sarà anche il teatro delle persecuzioni che il poeta dovrà sempre subire da parte dei poteri di ogni genere, e dell'accanimento dei media che per 20 anni lo trasformeranno nel capro espiatorio, nell'uomo da demolire, a causa della sua diversità e della radicalità delle sue idee sulla società italiana.

 

http://www.palazzoesposizioni.it/categorie/mostra-pasolini-roma

 

 

16 Aprile 2014

zx